Il più dritto detective di Los Angeles

Thursday, April 28, 2005

Una giornata senza pretese (Capossela theme)

E' finita una lunga giornata e ho sonno.

L'estate avanza inesorabile e il mio pallore, già carico dalle masse di polline che svolazzano ultimamente, assume strane tonalità. Non parliamo poi dello starnuto facile, l'occhio da fattone in scimmia, le dermatiti sul genere "Hey! Ciao, sono il tuo fegato e me ne vado in ferie."

Se penso ad una cosa mi innervosisco, mentre se porto la mente verso altro le mie casse languono o quanto meno si chiedono "ma perché?"

Non c'è ragione, è così.

Mi sento in continua rincorsa degli altri e il tempo non basta mai per fare quello che vorrei.
Sono in questi momenti nei quali rimpiango di non aver scelto percorsi dannatamente semplici dal punto di vista lavorativo: sposta-questo-da-qui-a-li, muovilo-avanti, prendi-e-martella... e alla fine dei conti la paghetta regolare e pacifica.

Il mondo cerca nuovi volti, nuove direzioni, ma alla fine dei conti si gira in tondo e nulla accade: o trionfano gli inetti o quelli che fanno della intelligenza un bene "wearable".

Wednesday, April 27, 2005

eccezziunale verament'

Black-out del cervello negli ultimi giorni (coadiuvato dalla notizia di un possibile re-make di "Attila, flagello di dio"). Chi mi legge avrà visto la mia attività in concomitanza con le vicende legate al papa e la chiesa in generale. Sì, mi sono sentito offeso, non mi hanno candidato e me la sono segnata. Cerrrto.

Il giorno della liberazione è passato, incentivando le persone a riflettere sulla libertà collettiva e individuale: tutti hanno sfruttato il ponte per andare a farsi una mini-vacanzina o qualche uscita a corto-raggio. Io no, pigro individuo, sono collassato in casa nelle faccende "domestiche". Purtroppo non sono stato uno degli spettatori della fiction su De Gasperi: perdonatemi, non voglio offendere nessuno, ma era proprio una vera monnezza a prescindere dallo share (nota: è facile avere share alto quando "altrove" non c'è NULLA).

Ho notato che, come me, anche il premier ha preferito la calma e tranquillità dell'ambito domestico evitando le piazze o i viaggi nel nostro bel paese. Avrà fatto pure lui buchi nel muro con il trapano? Ah! come buca lui con il trapano non lo fa nessuno: parola di un suo grande ammiratore.

Friday, April 22, 2005

Hey tipo! Da che parte stai?

Me lo hanno chiesto, con parole o espressioni del volto.
Risposta breve:

"Sono con i liberi pensatori"
Risporta articolata ma non troppo:
"SONO e in quanto tale ESISTO. Come individuo coltivo idee e pensieri di vario genere che si posizionano tra me e il mondo. Cerco di restare fuori dagli schemi non perché li ritenga sbagliati, bensì vincolanti nel tempo.. e il tempo corre come un velocista alle olimpiadi. Inseguo la musa della bellezza e questa non ha capelli biondi, occhi azzurri. La musa della bellezza non è una shopping list di caratteristiche con o meno valore. Una musa non si può raggiungere, la si idealizza e ci si muove verso di lei. Eccomi, io sono qui.. in continuo movimento. Sono contrario alla violenza, fisica e psicologica, che si può scagliare nei confronti delle persone più fragili, i nichilisti che non hanno precise convinzioni e in quanto tali ascoltano il primo vagito della vita in ogni istante. In continuo movimento, io sono.."

Wednesday, April 20, 2005

Nuntio vobis gaudium magnum: Habemus Papam.. Nick Belane!

..and the winner is: Joseph "sturmtruppen" Ratzinger!

Commenti a caldo.

Morto un papa se ne fa un altro, è noto.
Commenti a bagno maria.
Questa volta la scelta è stata rapida e probabilmente ha colto tutti di sorpresa sui tempi più che sul nome. La nomina del cardinale era già nell'aria e le coincidenze erano già molte, mediatiche o meno, causali o pseudo-casuali. E' certamente difficile subentrare dopo un papato grandioso come quello di Giovanni Paolo II e ha fatto più che bene citarlo nel suo discorso introduttivo, ponendosi alla folla di piazza s.pietro con una grande umiltà, nella vigna del signore. E dire che è astemio e pasteggia con limonata e succo d'arancia!
Candidature strane.
Ero in bagno ieri e defecavo (sì, lo so.. è pulp, ma mi hanno disegnato così!). Pensavo al prossimo papa, al fatto che non necessariamente dovesse essere un cardinale, anche se è usanza eleggerne uno tra questi. Pensavo.. metti che appare la Madonna e questa, parlando con i singoli votanti, indichi il mio nome come papabile, io.. un uomo senza una fede accentuata che pensa alla religione come direzione di aggregazione e non come "legge" da seguire immancabilmente. Pensavo al grande Giovanni Paolo II, le sue azioni, le sue frasi: "non abbiate paura!", "se mi sbagg'lio mi corrigerete!". Umiltà, umiltà allo stato puro e ne condivido le intenzioni. Così, tra una spinta propulsiva e l'altra, immaginavo.. e se suonasse il campanello tra poco? Un pretino agitato che mi è venuto ad annunciarmi la mia candidatura. Io, povero e umile uomo su questa terra, perso nella vigna e nella cantina del signore.

Io papa.
(..vestito di bianco come John Travolta nella Saturday Nigth Fever, con tutte le luci su di me che mi illuminano)

Ne pas possible?
Ne PAPA possible?

Chissà.. sono un uomo e per questo erro, se mi sbaglio mi correggerete.
Pensieri, ricordi e saudade.
Ieri sera la seconda puntata di Karol è stata emozionante. Giovanni Paolo II andava oltre gli schemi, un uomo che amava la vita e tutti i suoi aspetti. Ha fatto propri i segnali della gente, anche quelli più deboli, la ricerca spirituale che non accetta più gli ordini del clero, ma ascolta.. ASCOLTA, indicazioni.. suggerimenti.. direzioni eventuali da seguire.. non imposizioni! Questo era un GRANDE papa e mi auspico che Benedetto XVI possa continuare il percorso, anche se tutti lo disegnano come un conservatore.

Il paradosso che se ne ricava dalla fiction Karol è interessante: il comunismo, crogiolo di stupidità al pari del nazismo, nel tentativo di bloccare l'ascesa di Wojtyla è stato la sua vera forza propulsiva.

Dopo simili speranze per il futuro del mondo, lo zapping sui canali è arrivato a Ballarò dove si organizzavano sceneggiate per far cadere l'attuale governo o quanto meno screditarlo (forse oltre quanto è già riuscito a fare da solo). Povera Italia!
Nostradamus e dintorni.
Molti si aspettavano un papa nero, interpretando le profezie di Nostradamus. Devo dire che molti giornalisti hanno sottolineato la cosa con grandiosa semplicità (per non usare termini più offensivi) pensando che "nero" fosse una "persona di colore" come molti cardinali sud-americani o africani.

Siamo veramente sicuri che l'interpretazione sia giusta?

Una ulteriore ipotesi è quella del "nero" come carattere.. una persona schiva, conservatrice, che nel tentativo di difendere il proprio praticello finisca per erigere palizzate, ritrovandosi isolato dal resto della sua comunità, solo.

Ratzinger, ora Benedetto XVI, con le sue uscite potrebbe risultare ugualmente "nero" da questo punto di vista, anche se il futuro è cosa che si discuterà più avanti.
Un umile uomo nella vigna (e nella cantina) del signore.

Tuesday, April 19, 2005

Papa, conclave e dintorni

Sono giorni caldi per il vaticano: la morte di Giovanni Paolo II, la folla che lo acclama Santo, il conclave e le fumate. Tra i tanti siti informativi, un blog-post è quello più intrigante e ironico, quello pubblicato su Macchianera, semplicemente fantastico!

"Conservatore o progressista? Italiano o straniero? Ratzinger o sano di mente? Anche i vaticanisti più ferrati non avanzano ipotesi sul papa che sarà incoronato dal 264esimo conclave. Bendix ne commenterà giorno per giorno i lavori: sono oscuri, contorti e incomprensibili, ma almeno si svolgono in una stanza sola, mentre per seguire la crisi di governo bisogna indovinare quel che succede nello chalet di Bossi, nello studiolo di Follini e nel cesso di Berlusconi. - Per i 115 cardinali riuniti in assise non sarà facile trovare un degno successore a Karol Wojtyla, e non è esclusa la possibilità di un secondo mandato. “L’imbalsamazione è riuscita perfettamente – osserva un alto prelato – e al momento della sepoltura appariva molto più in forma che negli ultimi due anni di pontificato”. Le regole di voto stabilite dallo stesso Giovanni Paolo II, che prevedono due fumate quotidiane, alle 12 e alle 19, hanno suscitato il malcontento di alcuni cardinali: “Okay due fumate al giorno, ma anche una scopata ogni tanto non sarebbe male”. - Nella serata di ieri sono state celebrate le cerimonie preparatorie: in serata i 115 cardinali elettori si sono trasferiti nella Casa di Santa Marta, dove risiederanno nel corso delle operazioni di voto. Santa Marta, che nel frattempo si concederà un viaggetto alle Canarie, ha consegnato loro le chiavi di casa sua, raccomandando di innaffiare le piante e dar da mangiare al gatto. “E lasciate in ordine – ha ammonito l’anziana santa –. Vi conosco, voi cardinali: venite a casa mia a ogni morte di Papa, fate I vostri comodi e poi tocca a me pulire tutto”. - Occhi puntati su Joseph Ratzinger, per ora il papabile più "hot". Se il motto “chi entra papa esce cardinale” ha qualche fondamento, sarà molto se da questo conclave il porporato bavarese uscirà chierichetto. Giustamente preoccupato, Ratzinger sta facendo di tutto per far precipitare le proprie quotazioni: si è lanciato in lodi sperticate di Lutero e Calvino, ha rivelato di abbuffarsi di salsicce ogni Venerdì Santo e ha raccontato barzellette sporche sull'Opus Dei. Nell'estremo tentativo di auto-screditarsi, ieri in pieno giorno ha zigzagato per Via della Conciliazione in moto, senza casco, completamente ubriaco e con una suora seminuda abbarbicata alla tonaca, cantando a squarciagola “Born To Be Wild”. I pellegrini, tutt’altro che scandalizzati, hanno tentato di baciargli lo stivalone da biker, e un vigile si è limitato a raccomandargli “Santità, stia attento”. - Già da oggi, secondo il regolamento, i prelati non avranno più contatti con il mondo esterno alla Santa Sede. Non è una grave perdita: a giudicare dall’atteggiamento della Chiesa su sessualità e morale, le gerarchie ecclesiastiche hanno interrotto i contatti col mondo esterno al Vaticano da almeno quarant’anni. Panico fra i politici italiani, timorosi di non poter ricevere istruzioni da monsignor Ruini in un momento tanto delicato. Ma il cardinal vicario li ha tranquillizzati: secondo la bolla Universi Dominici Gregis, Montecitorio, palazzo Chigi e palazzo Madama sono considerati dépendances della Santa Sede. - La Cappella Sistina, dove si terranno le votazioni, è stata setacciata alla ricerca di microfoni e microspie. Tutte le figure del Giudizio Universale sono state perquisite dalla polizia vaticana. “Cimici non ce n’erano – riferisce un ufficiale – in compenso abbiamo trovato ragni grossi così”. In un vecchio armadio è stato rinvenuto lo scheletro di un nano: secondo i primi rilevamenti, si tratterebbe della microspia piazzata dal re di Spagna Filippo II in occasione del conclave del 1572."

Sunday, April 17, 2005

Che razza di inglese parli?

Nuovo interessantissimo sondaggio per capire di quali componenti è fatta la tua lingua inglese.

Saturday, April 16, 2005

Bigotti

Questo paese guarda avanti, ma resta indietro e sventola un fazzoletto bianco. La notizia "Cassazione: dare dello stronzo è reato":
La Corte di Cassazione, in una recentissima sentenza, ha stabilito che dare dello "stronzo" a una persona è sempre offensivo. I Giudici di Piazza Cavour hanno infatti precisato che nonostante alcune parole siano ormai considerate abituali nel linguaggio comune (soprattutto nel contesto di accese discussioni), la parola "stronzo" resta una vera e propria ingiuria e rivolgerla a un'altra persona integra fattispecie di reato.
Rimane ancora legale "fascista" o "comunista": questi termini vanno ancora di moda.

Friday, April 15, 2005

La femmina con la faccia blu

Non c'è sistema operativo più femminile di Windows:

  • è intrinsecamente instabile, cioè crasha istericamente senza ragione o cause spiegabili;
  • è molto facile violarlo e/o abusarne;
  • ha una mappa mentale (il registro) sparpagliata e senza ordine logico;
  • si perde continuamente oggetti e collegamenti;
  • ragione in base a una logica tutta sua e non con divisa da altri esseri senzienti;
  • al primo contatto non è intuitivo né usabile;
  • richiede un lungo periodo di avvicinamento e apprendimento;
  • non fa mai al primo colpo quello che ti aspetti;
(ispirato dal blog di Mafe)

John Titor, l'uomo del futuro

Se vi state chiedendo dove andare in vacanza questa estate o se prendere un paio di scarpe nuove piuttosto che mangiare al fastfood, leggetevi prima cosa potrebbe accadere al mondo secondo John Titor, viaggiatore nel tempo.

Dall'articolo indicato:

“Saluti. Sono un viaggiatore temporale proveniente dall’anno 2036. Sto tornando a casa dopo aver recuperato un computer IBM 5100 dal 1975.” Con queste parole, un uomo di nome John Titor si presentò in un forum Internet il giorno 2 novembre 2000. Ovviamente, nessuno, immediatamente, volle credergli, ritenendo le sue parole semplicemente i deliri di un pazzo. I post che John Titor inviò successivamente, però, le discussioni che sostenne, le risposte alle domande che gli furono poste, fecero cambiare idea a molti, i quali finirono per credere a quanto l’uomo affermava.
Io non voglio negare tutto ciò, ma come detective (il più dritto di Los Angeles, sia ben chiaro!) sarei contento di incontrare un UFO e scambiare con lui qualche parola, comunicare con i parenti dall'oltre-tomba, prevedere il futuro e capire cosa vorrà mangiare la mia ragazza a pranzo.

Troneggiava il poster "I want to believe" in un telefilm di qualche anno fa, e voglio credere anche io a tutte queste cose.. ma vi prego, Hey! dico a voi.. voi UFO e fantasmi.. non siate timidi, fatevi vedere, andiamo a bere un caffè insieme e sbrighiamo questa faccenda.

2005, Odissea nello spazio

L'istant messaging e le potenzialità della comunicazione dei nuovi media:

  • LEI: tu sai che forse l'uomo non è mai andato sulla luna?
  • LUI: perché doveva fare tutta quella fatica quando se ne poteva stare sulla terra a bere vino.
  • LEI: vino...... birra......e pizza!!!!!!!!!!!!!
  • LUI: niente rutto libero?
Kubrick non si sarebbe nemmeno scandalizzato più di tanto.

Wednesday, April 13, 2005

La provocazione di Re Mida

Cecchetto, il re Mida della produzione musicale italiana, ha annunciato il lancio di un CD "provocatorio", una confezione tutta lustrini e musichette che al suo interno contiene non solo il CD ma anche la sua copia, ossia due CD uguali. Tutti contenti, tutti felici: poi si è saputo che l'opera in questione è il nuovo disco di Dj Francesco.

Tuesday, April 12, 2005

Stile anglo-sassone

Ho trovato questo sito. La cosa che fa rabbrividire non è tanto lo scopo miseramente politico di screditare Blair prima delle elezioni, ma i dettagli. Guardate la foto. Trascurate il bacio dell'euro e concentratevi sulla donna ritratta a destra, la moglie.

Ma che faccia ha?

Il momento è catartico

Su theRegister, la notizia dell'arresto di un italiano che scriveva virus informatici.

"The text used in the virus was Italian, so it found few takers outside the country. Voltan arrived in the form of an email with the subject line "The moment is cathartic", which directed users to download a supposed screensaver called zelig.scr. Flavio Oreglio, one of the stars of the Italian TV show Zelig, is the author of a book called The moment is cathartic and this may have induced some recipients to download the malicious program."

La questione scalda l'animo dei politici:

  • Estrema-destra: "..è una vergogna!" e poi "..scandaloso!" (fine)
  • Centro-destra: "Ecco un'altro esempio di come la magistratura di Milano, pur di colpire il governo, utilizzi tutti i mezzi a propria disposizione. Si colpisce Oreglio perché alza gli ascolti di Zelig.. e tutti lo sanno su che canale televisivo è trasmesso. Comunisti!"
  • Centro-sinistra: "La magistratura di Milano ha fatto bene il proprio compito ed è giusto punire un criminale a piede libero che si permetteva di infiltrare comicità targata mediaset nei computer degli italiani votanti centro-sinistra. E' l'ennesimo attacco alla magistratura ad opera di consapevoli e nefasti individui che fanno del proprio interesse argomentazione politica. Il centro-sinistra si riunirà in discussione plenaria a fine mese per discutere della cosa e tracciare un programma per le prossime elezioni che faccia leva su questa notizia. La libertà dei cittadini di sinistra prima di tutto."
  • Estrema-sinistra: "Il comunismo è vivo! Asta la victoria siempre! Viva Che Guevara!"
L'ignaro hacker milanese, raggiunto dalla redazione dei Tg nazionali, ha successivamente commentato: "..non sono colpevole, usando explorer mi ero infettato con centinaia di spybot navigando su siti porno, usando outlook express scaricavo la posta e mi arrivavano mille virus. Provai a mettere un anti-virus, ma il computer si sedeva e aspettava il tramonto e così decisi di comunicare il mio stato d'animo inviando screensaver consolatori in giro per il mondo."

Il momento è catartico: prendi tutto quello che puoi.

Chirurgia 106

Chuss
Mattina.
Una nuova alba.
Risveglio stanco, saudade.
Dev'essere così, probabilmente.
Es Muss Sein.
Perché?
Mah.
Io solo so.
Il perché è un pensiero.
L'idea che una persona possa soffrire.
..che una persona non ci sia più,
quando sempre
c'era e poi
c'è.

Questioni di rispetto e civiltà

Come al solito, la tv è fonte di ispirazione.

Alle 16 e giù di lì l'offerta televisiva ingloba maschietti e femminucce che parlano di rispetto e civiltà, sbragati come antichi romani su comode sedie, degluttendo pillole improvvisate di saggezza.. scollacciata lei, depilato lui.

Dettagli

  1. la presenza di almeno uno psicologo, che giustifica questa follia;
  2. il microfono color carne "incollato" sulla guancia (nuovo trend).
Argomentazioni
  1. LUI ama LEI;
  2. LEI, evidentemente gnocca, ama l'altro;
  3. l'altro è gay ma in un periodo di ripensamento;
  4. se non bastasse questo casino.. zak.. compare la mamma di LUI a gettare paglia sul fuoco;
  5. LEI è offesa: non la capiscono, non la si può giudicare;
  6. La mamma rivolgendosi a LEI: "Marisa.. tutti sanno che lo hai fatto per la grana".
Intime situazioni ambigue in mondo-visione.

Audaces fortuna juvat

Dopo Tonino Guerra in tv, la mattinata è partita nel segno dell'ottimismo perché si sa.. è "il profumo della vita"(tm).

Il primo notiziario della borsa annunciava perdite rilevanti su tutti i fronti. L'economia del paese è a terra.. le aziende medio-piccole soffocano, quelle medio-grandi collezionano teste di laureati per pochi eurocents.

Spot "la fortuna aiuta gli audaci", versione #1:

Sei laureato in economia.. legge.. ingegneria? Attivati sul territorio con una nuova rimunerativa professione: imbianchino, scegli il colore della tua vita!" (tm)

Monday, April 11, 2005

Cercavo l'amore, ho trovato un toupè

La notizia del giorno riguarda Katia Ricciarelli.
Dopo il divorzio con Pippo Baudo, la cantante lirica annuncia che da 15 anni lui non le dava "amore".

Dunque, non che la si voglia contraddire, ma vedere il pippo nazionale, gentleman siculo latin lover, che si rassegna e si ritira come una lumaca non è il massimo delle immagini. Non ci crediamo, non voglio farlo, ma non è il punto.

Bisognava proprio sputtanarsi mezzo stampa? Pensateci: voi avete una cosa.. ne parlate con altre persone.. e poi organizzate un annuncio e lo mandate alle varie agenzie di stampa o addirittura lo annunciate in conferenza stampa. Incredibile! Mondo merda.

Nick Belane è qui.

Depresso, appesantito da una pancia ingombrante, il conto in rosso, i creditori sempre alle porte, tre matrimoni alle spalle.

Con tutto questo.. potevo perdermi la Blog-era?