Thursday, April 28, 2005

Una giornata senza pretese (Capossela theme)

E' finita una lunga giornata e ho sonno.

L'estate avanza inesorabile e il mio pallore, già carico dalle masse di polline che svolazzano ultimamente, assume strane tonalità. Non parliamo poi dello starnuto facile, l'occhio da fattone in scimmia, le dermatiti sul genere "Hey! Ciao, sono il tuo fegato e me ne vado in ferie."

Se penso ad una cosa mi innervosisco, mentre se porto la mente verso altro le mie casse languono o quanto meno si chiedono "ma perché?"

Non c'è ragione, è così.

Mi sento in continua rincorsa degli altri e il tempo non basta mai per fare quello che vorrei.
Sono in questi momenti nei quali rimpiango di non aver scelto percorsi dannatamente semplici dal punto di vista lavorativo: sposta-questo-da-qui-a-li, muovilo-avanti, prendi-e-martella... e alla fine dei conti la paghetta regolare e pacifica.

Il mondo cerca nuovi volti, nuove direzioni, ma alla fine dei conti si gira in tondo e nulla accade: o trionfano gli inetti o quelli che fanno della intelligenza un bene "wearable".

0 Comments:

Post a Comment

<< Home